Ricetta

Zuppa di patate e curry con pasta ai gamberi rossi

Curry: una breve parola che racchiude un mondo, un viaggio e tante culture. È incredibile quanti curry ho assaggiato in giro per l’India: ogni casa ha la sua ricetta, ogni luogo il suo ingrediente, ogni persona la sua sapienza. Mi diverto ad assaggiarli e capire quali spezie ci sono all’interno, perché il curry è un blend di diverse spezie, alcune tostate, alcune rosolate ed altre essiccate, ma tutte vanno sotto lo stesso mortaio per un esplosione di sapori. Io ne uso uno speciale perché lo associo ad un ricordo della mia infanzia: la pasta e patate di mia mamma, piatto povero ma arricchito di passione. Io ci aggiungo un tocco di pura eleganza, i gamberi, ma su tutto prevale quella nota di spezie che viene da lontano, il curry.

Porzioni

4 persone

Tempo

12 minuti

Cottura

In padella

Portata

Piatto unico

Difficoltà

Media

Kcal per persona

12*

* Calorie calcolate da Quadò Editrice Srl (software Easydiet aggiornamento 2007)

I nostri partner:

Preparazione

1

Sedano 120 g

Cipolla 100 g

Patate vecchie 400 g

Miso rosso 20 g

Passata pomodoro 160 g

Scorza parmigiano 32 g

Curry 20 g

Rosmarino

Rosolare la cipolla e il sedano, tagliati finemente, in un tegame con un filo di olio d’oliva, senza farli imbiondire. Aggiungere poi le patate, sbucciate e tagliate finemente, e lasciar rosolare leggermente. Salare leggermente e aggiungere il curry e la scorza di parmigiano, ricoprire di acqua, aggiungere il miso rosso e lasciar stracuocere il tutto molto lentamente. Frullare il tutto aggiungendo un filo di olio precedentemente aromatizzato sul fuoco con il rosmarino e filtrato. Una volta ottenuta una crema omogenea, aggiustare di sale e se necessita a gusto di altro curry.

2

Gamberi rossi 800 g

Sedano 60 g

Carota 50 g

Cipolla 60 g

Brandy 40 ml

Pomodori maturi 120 g

Semi di coriandolo macinati 10 g

Semi di finocchio 2 g

Sbucciare i gamberi rossi e tritare la polpa e conservarla in frigo. A parte preparare il brodo, rosolare gli odori sminuzzati con le carcasse di gamberi compresa la testa, bagnare con il brandy e lasciar evaporare, aggiungere i pomodori tagliati, i semi di coriandolo, i semi di finocchio e ricoprire di acqua fredda e ghiaccio. Lasciar sobbollire per circa 20 minuti, passare il brodo al colino e riportare sul fuoco fino a ridurlo della metà, filtrare infine con un telo di lino.

3

Pasta mista o spaghetti spezzati 400 g

Olio aromatizzato all’aglio e peperoncino

Prezzemolo tritato

Bollire la pasta solo per 4/5 minuti in abbondante acqua salata, scolarli e passarli in un tegame con il brodo di gamberi a bollore e far cucinare la pasta a modo risotto cioè aggiungendo brodo a poco alla volta fino a cottura ultimata, lasciandoli rigorosamente al dente. Aggiungere poi alla fine la polpa sminuzzata di gamberi, il prezzemolo tritato e infine l’olio aromatizzato, mantecare energicamente e servire.

4

Cerfoglio

Olio evo

Curry

5
Versare la crema di patate e curry in una fondina, adagiarvi al centro una mestolata di pasta ai gamberi. Completare con del cerfoglio, un filo di olio evo e una spolverata di curry.